La nostra missione è quella di fornire soluzioni software veloci, efficienti, a costo contenuto che definiscano nuovi standard nell'industria dello sviluppo software.
  • Recupero dati da file di disco rigido virtuale (VHD).

VHD (Virtual Hard Disk) è un formato di file utilizzato da Microsoft Virtual PC per rappresentare un disco rigido virtuale (HDD). Un file VHD avrà lo stesso contenuto di un'unità disco rigido fisica formattata, inclusi record di avvio, partizioni del disco, file system, file e cartelle. Un file VHD viene in genere utilizzato come disco logico in una macchina virtuale. Ma un disco rigido virtuale può anche essere collegato direttamente in Windows 7 (o versioni successive).

Proprio come i dischi rigidi fisici, i file VHD sono a rischio di danneggiamento, eliminazione accidentale, attacchi di virus e altre cause di perdita di dati. Pertanto, la capacità di recuperare i dati da un'immagine VHD può essere molto preziosa. R-Studio offre diversi modi per farlo.

Scenario 1: i dischi rigidi virtuali sono integri e possono essere collegati in Windows

Per allegare un file VHD direttamente in un sistema operativo host è necessario Windows 7 o versioni successive.

1. Allega l'immagine VHD al sistema dall'utilità Gestione disco di Windows.
Dischi VHD collegati al computer
Fig. 1: Dischi VHD collegati al computer
Clicca sull'immagine per ingrandire

Se montate correttamente, alle partizioni verranno assegnate lettere di unità. Appariranno anche come normali dischi in R-Studio.

2. Elabora i dischi VHD collegati in R-Studio come dischi normali.
Dischi VHD allegati nel riquadro Unità di R-Studio
Fig. 2: Dischi VHD allegati nel riquadro Unità di R-Studio
Clicca sull'immagine per ingrandire

Scenario 2: i file del disco rigido virtuale sono danneggiati e non possono essere collegati al sistema

Questi passaggi possono essere utilizzati anche se le versioni di Windows non possono collegare direttamente un disco VHD (ad es. Windows XP, Windows Vista o precedenti).

1. Apri i file VHD come immagini disco. Potrebbe essere necessario modificare i tipi di file in "Tutti i file" nella finestra di dialogo Apri file immagine per visualizzare i file con l'estensione predefinita del file del disco VHD .vhd.
File disco VHD aperti in R-Studio come immagini disco
Fig. 3: File disco VHD aperti in R-Studio come immagini disco
Clicca sull'immagine per ingrandire

2. Elabora i file del disco VHD aperti in R-Studio come normali oggetti disco.

Scenario 3: i dischi rigidi virtuali sono archiviati su un disco con file system danneggiato e non è possibile accedervi direttamente

Questo metodo funzionerà solo se i file del disco VHD non sono frammentati. Per i dettagli, vedere Nozioni di base sul recupero dei file: come funziona il recupero dei dati.

1. Eseguire la scansione del disco (il volume logico o l'intera unità disco fisso) su cui risiedevano i file del disco VHD. Nella finestra di dialogo Scansione, scegli il file system appropriato per la partizione che stai cercando (NTFS nel nostro caso).

2. Individua i dischi VHD tra le partizioni riconosciute. Saranno contrassegnati in rosso o in verde.
Dischi VHD come partizioni riconosciute sul disco host
Fig. 4: dischi VHD come partizioni riconosciute sul disco host
Clicca sull'immagine per ingrandire

Potresti anche essere in grado di riconoscere la partizione in base al file system, alle dimensioni o ad altri parametri del disco.

3. Fare doppio clic sulle partizioni trovate per aprirle e recuperare i dati. Come con i normali oggetti disco, è possibile eseguire analisi più approfondite, creare copie delle immagini, ecc. secondo necessità.

Scenario 4: i dischi rigidi virtuali trovati come partizioni riconosciute richiedono un'analisi approfondita

1. Determinare l'offset e le dimensioni accurati (in settori) della partizione da analizzare nella sua scheda Proprietà.
Il disco VHD e i suoi parametri
Fig. 5: Il disco VHD ei suoi parametri
Clicca sull'immagine per ingrandire

Suggerimento: puoi fare doppio clic sui parametri per copiarli e incollarli nel Blocco note per un uso successivo nella finestra di dialogo Crea regione (passaggio 2).

2. Utilizzando i parametri del passaggio 1, creare una regione sul disco host. Assicurati di impostare le unità su Settori nella finestra di dialogo Crea regione.
Il disco VHD come area del disco host e partizione riconosciuta
Fig. 6: Il disco VHD come regione sul disco host e partizione riconosciuta
Clicca sull'immagine per ingrandire

Conclusione
R-Studio ha la capacità di trovare partizioni perse, recuperare dati e copiare dati da file VHD. I metodi di recupero file e analisi del disco variano a seconda dello scenario. Se si esegue Windows 7 o versioni successive e i file VHD non sono danneggiati, è possibile eseguire facilmente la scansione del VHD nello stesso modo in cui si farebbe con un normale volume logico. Per altri casi, è possibile utilizzare metodi più avanzati per individuare e recuperare i dati persi.

Commenti sul Recupero dati
362 feedbacks
Rating: 4.8 / 5
Hi!

I used some software for data recovery on MAC, but THIS IS only one, that help me!!!

THX :)

bye
Tom from Hungary
I want to upgrade it to the technician tool.
This tool is amazing. I was able to recover 5 years` worth of lost photos by imaging 4 disks from a corrupted RAID 10 array.

It did a byte copy of the disks and then replicated the array layout and I could see the files instantly. I`d recommend it to anyone, especially at these license fees. You`ll struggle to get better for the price.
After several attempts, using various softwaretools, I wasn`t able to recover any files from my encrypted drive.
I almost had to come to terms with the darkest of dark scenarios, losing it all to oblivion and no one to blame but myself.
Then I came across the demo version of R-studio and decided to giving it a final try.
YES-yes-yes... Utterly wonderfully fabulously FANTASTIC R-Studio!
The most important files were in good condition so (the paid version of) R-Studio could recover these right away.
Unfortunately ...
I accidentally deleted several gigs worth of data from an external drive - no restore point. I tried other recovery software, but what was `recovered` was mostly junk files in randomized order. Considering the cost of professional data recovery, and given the online reviews, I decided to purchase R-Studio.

Wow. Everything - like, EVERYTHING I had ever moved to the Trash from that drive - was recovered, folder and subfolder structure intact.

I am grateful and beyond impressed at this program`s price point ...