La nostra missione è quella di fornire soluzioni software veloci, efficienti, a costo contenuto che definiscano nuovi standard nell'industria dello sviluppo software.
  • Recupero dati da vari formati di contenitori di file e dischi crittografati

R-Studio è progettato per recuperare dati da dischi rigidi fisici e altri supporti. Ma può anche essere utilizzato per recuperare file che sono stati archiviati in dischi virtuali o "formati contenitore" di file. I contenitori di file spesso includono tutte le stesse parti di un disco reale, inclusi un record di avvio, partizioni del disco, file system e singoli file e cartelle. I contenitori di file possono essere non compressi, compressi o crittografati. Inoltre, ci sono utilità che possono crittografare un intero disco.

Il metodo per recuperare i dati da un contenitore di file dipende dal suo formato. Questo articolo illustra i metodi di ripristino dei dati che utilizzano R-Studio per i formati contenitore di file più comuni.

Tipi di contenitori di file con immagini disco

Esistono diversi tipi di formati contenitore di file che funzionano come immagini disco:

  • Immagini disco non compresse: copia settore per settore di un disco creato da un volume logico o da un'intera unità fisica. Questo tipo di immagine del disco può essere caricato in R-Studio ed elaborato come qualsiasi altra immagine.
  • Contenitori di file proprietari: alcune utilità utilizzano i propri formati di immagine del disco. Le immagini del disco proprietarie sono generalmente compresse o crittografate. Ad esempio, R-Drive Image, un'utilità di copia, backup e imaging del disco sviluppata da R-TT, Inc., crea contenitori di file con estensione .rdr .
  • Contenitori di file crittografati: sono simili ai contenitori di file proprietari, ma anche i contenuti sono crittografati. Solo il software utilizzato per creare l'immagine può montarla e leggerla. Se il contenitore crittografato può essere montato nel software nativo, può essere rilevato da R-Studio ed elaborato come un normale disco logico.
  • Contenitori di file da macchine virtuali: si tratta di formati di contenitori di file pensati per essere montati da una macchina virtuale, come VirtualBox o VMware. Questi possono essere caricati in R-Studio come immagini non compresse e scansionate per partizioni.

Immagini disco non compresse e contenitori di file R-Drive Image

Le immagini del disco non compresse possono essere caricate direttamente in R-Studio. Allo stesso modo, i file R-Drive Image sono nativamente supportati da R-Studio e possono essere caricati direttamente ed elaborati come qualsiasi altra immagine o disco. Consulta l'aiuto di R-Studio: Immagine
Contenitori di file con immagini disco in R-Studio
Fig. 1: Contenitori di file con immagini disco in R-Studio
Clicca sull'immagine per ingrandire

Formati di contenitori di file proprietari

R-Studio può anche elaborare alcune immagini disco proprietarie, anche se non sono supportate nativamente da R-Studio. Questo può essere fatto montando il contenitore di file come disco virtuale utilizzando il software proprietario. Il contenuto del contenitore di file apparirà nel riquadro R-Studio Drives come disco logico e può essere elaborato come tale.
Un contenitore di file montato come disco virtuale da un programma di imaging del disco proprietario
Fig. 2: Un contenitore di file montato come disco virtuale da un programma di imaging del disco proprietario
Clicca sull'immagine per ingrandire

Si noti che se un contenitore di file proprietario è danneggiato al punto che non può essere collegato utilizzando il suo software nativo, R-Studio può comunque caricarlo come immagine non compressa e tentare di elaborarlo. Tuttavia, in questi casi, le probabilità che si possano trovare dati utili sono scarse, soprattutto se l'immagine è compressa.

Formati di contenitori di file crittografati

Alcuni formati di contenitori di file proprietari sono crittografati. Ciò significa che i dati sono illeggibili a meno che non siano montati dal software nativo (di solito utilizzando una chiave di decrittazione). La crittografia del disco può essere applicata a una partizione, un'immagine disco o un'intera unità fisica (vedi sotto. Esempi di tali programmi sono il freeware TrueCrypt/VeraCrypt di IDRIX e R-Crypto, gratuito per uso domestico, di R-TT, Inc.

Questi programmi collegano i loro contenitori di file come dischi logici virtuali e forniscono la crittografia/decrittografia dei dati in background. Tali dischi virtuali vengono visualizzati nel riquadro R-Studio Drives come dischi logici e possono essere elaborati come tali.
Contenitori di file collegati al computer come dischi virtuali da VeraCrypt e R-Crypto
Fig. 3: Contenitori di file collegati al computer come dischi virtuali da VeraCrypt e R-Crypto
Clicca sull'immagine per ingrandire

A differenza dei contenitori in formato file proprietario compresso, se un disco crittografato è danneggiato al punto da non poter essere montato dal suo software nativo, è quasi impossibile recuperare i dati da esso. Questo perché la crittografia/decrittografia in background non può essere eseguita, sebbene R-Studio possa eseguire una scansione settore per settore dell'immagine, i dati non saranno riconoscibili.

Contenitori di file da macchine virtuali

Il metodo ideale per recuperare file da macchine virtuali è descritto nell'articolo Recupero dati da macchine virtuali. Se non è possibile eseguire questa operazione, utilizzare il metodo seguente.

Il ripristino dei dati da un file VHD utilizzato in Microsoft Virtual PC è descritto nell'articolo Recupero dei dati dai file del disco rigido virtuale (VHD). Se non è possibile eseguire questa operazione, utilizzare il metodo seguente.

Un altro formato contenitore di file comune è un'immagine utilizzata da una macchina virtuale. Il più comune è il formato di file .vmdk, utilizzato nelle macchine virtuali create da VMware. Questo formato contenitore di file è stato sviluppato da VMware, ma ora è un formato aperto utilizzato da altri programmi, come VirtualBox e QEMU.

I contenitori di file creati per le macchine virtuali possono essere caricati in R-Studio come immagini settore per settore e analizzati per rilevare i loro file system. Queste scansioni in genere rivelano molte partizioni riconosciute.
Un contenitore di file .vmdk scansionato per il relativo file system
Fig. 4: Un contenitore di file .vmdk scansionato per il suo file system
Clicca sull'immagine per ingrandire

I file si trovano sparsi in molte partizioni riconosciute. A seconda delle circostanze, la maggior parte di questi file è recuperabile, ma alcuni potrebbero non esserlo.

Dischi rigidi e partizioni crittografati

Per il ripristino di file da un disco Linux crittografato, leggi il nostro articolo: Recupero dei dati da un disco Linux crittografato dopo un arresto anomalo del sistema.

Sebbene i dischi crittografati non siano tecnicamente gli stessi dei contenitori di file, il ripristino dei dati da un disco con crittografia è simile al ripristino dei dati da un contenitore di file crittografato. Ad esempio, BitLocker, che è incluso in alcune edizioni di Windows e include la crittografia dell'unità. Allo stesso modo, TrueCrypt/VeraCrypt consente di crittografare un intero disco.

Quando vengono sbloccati utilizzando il software nativo, i dischi crittografati vengono visualizzati come dischi logici nel riquadro Unità di R-Studio e possono essere elaborati come tali.
Fig. 5: Un disco BitLocker bloccato nel riquadro Unità di R-Studio
Fig. 5: Un disco BitLocker bloccato nel riquadro Unità di R-Studio
Clicca sull'immagine per ingrandire

Un disco BitLocker sbloccato nel riquadro Unità di R-Studio
Fig. 6: Un disco BitLocker sbloccato nel riquadro Unità di R-Studio
Clicca sull'immagine per ingrandire

Fig. 7: Un disco VeraCrypt non montato nel riquadro Drive di R-Studio
Fig. 7: Un disco VeraCrypt non montato nel riquadro Drive di R-Studio
Clicca sull'immagine per ingrandire

Un disco VeraCrypt montato nel riquadro Drive di R-Studio
Fig. 8: Un disco VeraCrypt montato nel riquadro Drive di R-Studio
Clicca sull'immagine per ingrandire

Si noti che se i dati su un disco crittografato sono danneggiati così gravemente da non poter essere sbloccati utilizzando il software nativo, è molto probabile che tutti i dati da esso non possano essere recuperati. Scansionarli non rivela nulla.

Conclusione

Esistono numerosi formati di contenitori di file diversi, la maggior parte dei quali può essere elaborata da R-Studio per il recupero dei dati. È possibile caricare direttamente immagini disco non compresse, immagini di macchine virtuali e immagini create da R-Drive Image. Per il recupero dei dati da dischi e immagini crittografati e formati contenitore di file proprietari, R-Studio può elaborarli come normali volumi logici dopo che sono stati montati nel software nativo. Ma in tutti i casi, se il formato del contenitore di file è danneggiato al punto che non può essere montato, le possibilità di recuperare qualsiasi file sono molto ridotte.

Commenti sul Recupero dati
362 feedbacks
Rating: 4.8 / 5
Hi!

I used some software for data recovery on MAC, but THIS IS only one, that help me!!!

THX :)

bye
Tom from Hungary
I want to upgrade it to the technician tool.
This tool is amazing. I was able to recover 5 years` worth of lost photos by imaging 4 disks from a corrupted RAID 10 array.

It did a byte copy of the disks and then replicated the array layout and I could see the files instantly. I`d recommend it to anyone, especially at these license fees. You`ll struggle to get better for the price.
After several attempts, using various softwaretools, I wasn`t able to recover any files from my encrypted drive.
I almost had to come to terms with the darkest of dark scenarios, losing it all to oblivion and no one to blame but myself.
Then I came across the demo version of R-studio and decided to giving it a final try.
YES-yes-yes... Utterly wonderfully fabulously FANTASTIC R-Studio!
The most important files were in good condition so (the paid version of) R-Studio could recover these right away.
Unfortunately ...
I accidentally deleted several gigs worth of data from an external drive - no restore point. I tried other recovery software, but what was `recovered` was mostly junk files in randomized order. Considering the cost of professional data recovery, and given the online reviews, I decided to purchase R-Studio.

Wow. Everything - like, EVERYTHING I had ever moved to the Trash from that drive - was recovered, folder and subfolder structure intact.

I am grateful and beyond impressed at this program`s price point ...