La nostra missione è quella di fornire soluzioni software veloci, efficienti, a costo contenuto che definiscano nuovi standard nell'industria dello sviluppo software.
  • Clona i dischi prima del ripristino dei file

Il lavoro di un tecnico incaricato di recuperare i dati da un disco gravemente danneggiato è simile a quello di un esperto di restauro che lavora su un documento antico o storico. L'obiettivo è recuperare quante più informazioni preziose possibile mantenendo intatto il materiale originale. Allo stesso modo, i tecnici del recupero dati e i professionisti del restauro di oggetti d'antiquariato condividono una best practice per raggiungere questo obiettivo: maneggiare l'oggetto delicato il meno possibile.

Quando il disco rigido viene corrotto o danneggiato fisicamente, ogni azione eseguita su di esso può causare la perdita di più dati. Pensa al tuo disco rigido come, visto che siamo Americani, alla nostra Dichiarazione di Indipendenza originale. È importante studiare il contenuto del documento, ma non ha senso stendere sulla scrivania un pezzo di pergamena storica di oltre 300 anni fa per farlo. Questo perché ogni volta che pieghi o spieghi il documento, ne stai degradando l'integrità e distruggendo frammenti irrecuperabili di storia. Invece, è altrettanto prudente fare una copia del documento e studiarlo.

È lo stesso con il tuo disco rigido. Quando c'è un difetto fisico nel tuo disco rigido, ad esempio con la testina di lettura/scrittura, significa che ogni volta che leggi o scrivi su un settore, viene distrutto. Ciò significa che hai solo una possibilità di recuperare il file. Quindi, se apri il file per visualizzarne in anteprima il contenuto e in seguito viene danneggiato irrimediabilmente, hai perso l'occasione.

è possibile evitare questa situazione nello stesso modo in cui eviteresti di danneggiare la Dichiarazione di Indipendenza originale mentre la studi: farne un duplicato. La creazione di un'immagine disco è molto meno invasiva della normale lettura/scrittura su disco e devi farlo solo una volta. Il primo passo quando si tenta di recuperare i dati da un disco danneggiato consiste nell'utilizzare il Modulo di imaging di R-Studio per clonare il disco. Quindi, sarà possibile eseguire le operazioni di ripristino dei dati sull'immagine del disco, anziché sul disco originale.

Questo ha una serie di vantaggi. Innanzitutto, non si provocano ulteriori danni al disco rigido originale. La clonazione di un disco consente di controllare i danni, ponendo fine a qualsiasi ulteriore degrado o perdita di dati. In secondo luogo, la lettura da un'immagine del disco è molto più veloce rispetto al tentativo di leggere da un'unità disco fisso difettosa. Proprio come un disco in vinile salta quando si graffia, il tuo computer inciamperà quando incontra un settore danneggiato su un disco rigido. Tenterà di leggere e rileggere il settore più volte prima di dichiararlo danneggiato e quindi andare avanti. Non solo ciò può causare ulteriori danni all'unità, ma, a seconda delle dimensioni dell'unità e dell'entità del danno, potrebbero essere necessarie ore per passare attraverso l'intero disco in questo modo. Creando un'immagine, devi farlo solo una volta. Infine, le immagini disco sono più portatili. Invece di rimuovere fisicamente il disco rigido e collegarlo a un altro computer, puoi semplicemente caricare l'immagine del disco su un dispositivo di archiviazione rimovibile o accedervi tramite una connessione di rete.

In conclusione: il primo passo durante il recupero dei dati da un disco rigido danneggiato dovrebbe sempre essere quello di clonare il disco. Ti farà risparmiare tempo e aumenterà le tue possibilità di avere successo nel recuperare i dati.

Commenti sul Recupero dati
362 feedbacks
Rating: 4.8 / 5
Hi!

I used some software for data recovery on MAC, but THIS IS only one, that help me!!!

THX :)

bye
Tom from Hungary
I want to upgrade it to the technician tool.
This tool is amazing. I was able to recover 5 years` worth of lost photos by imaging 4 disks from a corrupted RAID 10 array.

It did a byte copy of the disks and then replicated the array layout and I could see the files instantly. I`d recommend it to anyone, especially at these license fees. You`ll struggle to get better for the price.
After several attempts, using various softwaretools, I wasn`t able to recover any files from my encrypted drive.
I almost had to come to terms with the darkest of dark scenarios, losing it all to oblivion and no one to blame but myself.
Then I came across the demo version of R-studio and decided to giving it a final try.
YES-yes-yes... Utterly wonderfully fabulously FANTASTIC R-Studio!
The most important files were in good condition so (the paid version of) R-Studio could recover these right away.
Unfortunately ...
I accidentally deleted several gigs worth of data from an external drive - no restore point. I tried other recovery software, but what was `recovered` was mostly junk files in randomized order. Considering the cost of professional data recovery, and given the online reviews, I decided to purchase R-Studio.

Wow. Everything - like, EVERYTHING I had ever moved to the Trash from that drive - was recovered, folder and subfolder structure intact.

I am grateful and beyond impressed at this program`s price point ...